INVIATO CITTADINO Elce, luminaria di Natale crolla su un'auto e la danneggia

Non si è trattato di uno di quei fili luminosi a goccia, e sostanzialmente leggeri, ma di una pesante struttura in ferro con all’interno le lampadine

Le luminarie saranno anche belle… quando sono belle. Possono anche essere “da favola”. Ma, in qualche caso, “nuocciono gravemente alla salute”. A farla corta, la “favola” – stamattina, all’Elce – poteva trasformarsi in “tragedia”. In via Annibale Vecchi è accaduto che una luminaria è precipitata violentemente a terra, investendo una macchina e producendo seri danni.

Perché non si è trattato di uno di quei fili luminosi a goccia, e sostanzialmente leggeri, ma di una pesante struttura in ferro con all’interno le lampadine: il peso ammonta, ragionevolmente, a diversi chili. Pensiamo cosa sarebbe potuto accadere se quel manufatto fosse piombato addosso a una persona. Anzi: a un bambino o a un ragazzo. Perché la caduta si è verificata proprio davanti al negozio “L’erba voglio”, nota e frequentatissima cartolibreria elcina, con vasta e qualificata clientela.

L’auto era in sosta regolare dentro le strisce blu, con sul cruscotto il permesso per residenti. La titolare della vettura – una giovane che lavora in uno studio lì vicino – è accorsa per verificare lo stato della vettura. Che ha riportato danni sul lato sinistro: sportello e parafango anteriore. Si trovava sul posto anche l’onnipresente geometra Carlo Giannotti, presidente dell’associazione Nova Elce e sempre attento a quanto accade nel quartiere. La causa della caduta è palesemente riconducibile a un corto circuito che ha letteralmente tranciato il robusto cavo metallico di ancoraggio, sbruciacchiando la copertura in plastica (vedi foto della gallery). 

Ciò che si capisce poco è come si sia potuto verificare un corto circuito a luminarie spente. Ma spetta ad altri verificare le circostanze, stabilendo responsabilità o fatalità. Il fatto è accaduto intorno alle 9:30 e la giovane ha immediatamente chiamato la polizia municipale. Alla mancata risposta dei vigili urbani, si è rivolta ai carabinieri che l’hanno messa in contatto con la Municipale stessa.

La polizia locale ha invitato la giovane a rivolgersi agli istallatori delle luminarie perché intervenissero a rimuovere l’oggetto, mettendo in sicurezza la zona. Oltre a riagganciare il cavo sul terrazzino sopra la tabaccheria. Operazione che richiede l’ausilio di un mezzo speciale, dotato di cestello telescopico. C’era, tra i presenti, chi sosteneva che i proprietari dell’immobile non saranno troppo disponibili a fornire l’aggancio. Forse proprio per evitare seccature e problemi, del tipo di quello accaduto stamane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento