Docenti da mezza Europa all'Itts Volta per studiare il metodo formativo dell'istituto

L’istituto perugino ha ospitato 22 professori per studiare l’uso di tecnologie nella didattica

L’Istituto tecnico tecnologico statale ‘Alessandro Volta’ di Perugia conferma ancora una volta la sua vocazione internazionale e la sua apertura all’innovazione. Nell’ambito del progetto Erasmus+ ‘Teaching for Tomorrow: Flipped Learning’, l’istituto di Piscille ha, infatti, ospitato ventidue docenti provenienti da Turchia, Portogallo, Croazia, Ungheria, Repubblica Ceca e Lettonia con i quali si è approcciata alla cosiddetta ‘classe capovolta’, una nuova metodologia educativa che mette al centro dell’esperienza didattica lo studente. 

“Il flipped learning – ha spiegato la coordinatrice italiana del progetto, l’insegnante dell’Itts Maria Laura Mammoli – è un approccio metodologico nato negli Stati Uniti qualche anno fa e che adesso si sta diffondendo anche da noi. Tradizionalmente, il docente spiega la lezione in classe davanti agli studenti i quali prendono appunti che poi ripassano individualmente a casa. Con la classe capovolta questo ciclo viene invertito, per cui l’insegnante inizialmente si limita a preparare del materiale per i ragazzi da visionare a casa, che solo successivamente viene approfondito in classe con il supporto del docente. Con questo sistema viene favorita l’elaborazione di ipotesi da parte degli studenti e un approccio critico alla materia”.

Dal 14 al 18 maggio, i professori hanno vissuto in Umbria un’intensa settimana di studio, interamente dedicata all’uso delle tecnologie nella didattica, durante la quale i docenti del ‘Volta’ hanno messo a disposizione dei loro colleghi stranieri l’esperienza maturata all’interno della scuola e la strumentazione necessaria allo svolgimento dei workshop. Il progetto prevede, infatti, sette mobilità, una in ogni Paese coinvolto, durante le quali vengono affrontati diversi aspetti. Nella tappa italiana, vista anche la specializzazione del ‘Volta’, è stato approfondito il tema delle tecnologie. “Queste sono fondamentali – ha specificato Mammoli – poiché i materiali vengono condivisi anche online con i ragazzi. Inoltre, al termine dell’iniziativa, verrà creato un ebook su questa tematica e del materiale didattico che potrà poi essere utilizzato dai ragazzi”.

Nel loro soggiorno in Italia, i docenti delle scuole partner del ‘Volta’ sono stati accompagnati a visitare il lago Trasimeno e sono stati ospiti del sindaco di Todi Antonino Ruggiano, della presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria Donatella Porzi e della professoressa Floriana Falcinelli del dipartimento di Scienze della formazione dell’ateneo perugino.

Potrebbe interessarti

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Grande Fratello 2019, la vincitrice Martina Nasoni: "Dovrò operarmi di nuovo al cuore"

I più letti della settimana

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Maltempo in provincia di Perugia, alberi in fiamme, tante cadute, incendi boschivi: i comuni più colpiti

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Tragico incidente a Castiglione del Lago, schianto tra una moto e un camion: Luca muore a 37 anni

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento