Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

La polizia postale: "Evitate di diffonderlo"

Con l'emergenza coronavirus su Facebook e WhatsApp è riapparsa la bufala di Elisa Montagnoli e della richiesta di sangue. Una bufala già smascherata da anni dalla polizia postale. 

Il messaggio recita così: "C'È bisogno di sangue A RH negativo, X una bambina che sta molto male.. Aiutate a diffonderlo. La referente é Elisa Montagnoli tel. 3450857172 mandalo ai tuoi contatti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al tempo del terremoto del Centro Italia, nel 2016, la polizia postale scriveva così: "Un messaggio virale su WhatsApp apparso i primi mesi di quest’anno continua a circolare – scrive la Postale - . La richiesta è sempre la stessa: donare il sangue per bambini malati. La raccomandazione è di evitare di inoltrare queste catene di Sant’Antonio che fanno solo perdere tempo e rischiano di far cestinare eventuali messaggi veritieri. Questo il messaggio: “Mi hanno chiesto di diffonderlo dal policlinico per il reparto pediatria…
Mi aiuti a diffonderlo? C’è bisogno di sangue A RH negativo x una bambina che sta molto male.. aiutate a diffonderlo. La referente è Elisa Montagnoli – tel. 345 08571xx Mandalo ai tuoi contatti WhatsApp per favore. Grazie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento