Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

La polizia postale: "Evitate di diffonderlo"

Con l'emergenza coronavirus su Facebook e WhatsApp è riapparsa la bufala di Elisa Montagnoli e della richiesta di sangue. Una bufala già smascherata da anni dalla polizia postale. 

Il messaggio recita così: "C'È bisogno di sangue A RH negativo, X una bambina che sta molto male.. Aiutate a diffonderlo. La referente é Elisa Montagnoli tel. 3450857172 mandalo ai tuoi contatti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al tempo del terremoto del Centro Italia, nel 2016, la polizia postale scriveva così: "Un messaggio virale su WhatsApp apparso i primi mesi di quest’anno continua a circolare – scrive la Postale - . La richiesta è sempre la stessa: donare il sangue per bambini malati. La raccomandazione è di evitare di inoltrare queste catene di Sant’Antonio che fanno solo perdere tempo e rischiano di far cestinare eventuali messaggi veritieri. Questo il messaggio: “Mi hanno chiesto di diffonderlo dal policlinico per il reparto pediatria…
Mi aiuti a diffonderlo? C’è bisogno di sangue A RH negativo x una bambina che sta molto male.. aiutate a diffonderlo. La referente è Elisa Montagnoli – tel. 345 08571xx Mandalo ai tuoi contatti WhatsApp per favore. Grazie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento