Coronavirus, parte dall'Umbria la sperimentazione del tracciamento dei telefonini di persone a rischio

L'assessore Michele Fioroni: "L’applicazione consente di tracciare, tramite tecnologia Gps, gli spostamenti di coloro che decideranno di scaricarla, e di avvertirli in caso di contatto con utente positivo al virus"

Parte dell’Umbria la sperimentazione dell’app StopCoronavirus, creata per contrastare l’espandersi del contagio attraverso il controllo degli spostamenti delle persone, ideata dalla società valtellinese Webtek e donata alle autorità a titolo gratuito.

“Dopo aver letto un'intervista di Emanuele Piasini, ideatore dell'app, sono riuscito a contattarlo ed abbiamo subito avviato un gruppo di lavoro per partire con la fase di sperimentazione – afferma l’assessore regionale Michele Fioroni - Ritengo necessario che la Regione consenta la diffusione e l’utilizzo di ogni strumento a disposizione per la lotta al virus. L’Umbria può e deve essere territorio di sperimentazione tecnologica”.

Il tracciamento digitale tramite app sul telefonino dei potenziali contagiati, contatti di pazienti infettati, sarebbe essenziale per fermare l'epidemia di Coronavirus. L'app consentirebbe di monitorare i sintomi e intervenire tempestivamente per testare e curare in isolamento i contagiati. Ma anche di ricostruire istantaneamente i contatti avuti dai contagiati negli ultimi giorni, per isolarli a loro volta prima che siano in grado, se contagiati anch'essi, di trasmettere l'infezione. Le persone positive che hanno dichiarato di esserlo vengono tracciate dal sistema GPS come chiunque usi la app e il sistema segnala se ci si trova nelle vicinanze di una persona positiva.

“L’applicazione consente infatti di tracciare, tramite tecnologia Gps, gli spostamenti di coloro che decideranno di scaricarla, e di avvertirli in caso di contatto con utente positivo al virus – prosegue Fioroni - La scelta se fornire il dato personale o meno è dunque interamente rimessa al cittadino che può decidere inoltre, in ogni momento, se sospendere la diffusione del dato o se anche cancellarli definitivamente. Come Regione è essenziale consentire a tutti di poter utilizzare ogni mezzo necessario a proteggere la propria salute ed al tempo stesso di contribuire a tutelare la salute di tutti. Anche contro questo terribile Virus, l'Umbria ambisce a diventare terra di sperimentazione digitale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sperimentazione partirà la prossima settimana con la disponibilità dell'app negli store digitali per lo scaricamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

Torna su
PerugiaToday è in caricamento