A Città di Castello apre il ristorante-pizzeria Food Art: mangi e leggi libri e fumetti

Nuove tendenze a tavola, profumi e sapori di cucina e ‘inchiostro’ nel nuovo locale che punta a conquistare ‘palati’ e ‘lettori’

Nuove tendenze a tavola, profumi e sapori di cucina e ‘inchiostro’ nel nuovo locale che punta a conquistare ‘palati’ e ‘lettori’. Si chiama Food Art e si preannuncia come un’autentica novità nel panorama della ricettività locale, la pizzeria napoletana, friggitoria artigianale e ristorante che venerdì 14 febbraio ha aperto i battenti in via Sant’Antonio, nel centro storico di Città di Castello.

Pareti tappezzate con fogli di giornale, copertine di fumetti, vecchi dischi in vinile a 33 giri appesi fra un tavolo e l’altro, un angolo dedicato alla lettura e scambio di libri, riviste per un vero e proprio ‘bookcrossing’ culinario, in attesa di consumare le pietanze o sorseggiando un té o un aperitivo.

“La filosofia che sta alla base di FoodArt – precisano i giovani titolari, Oreste D’Angelo e Nicola Saracca – parte senz’altro dalla buona cucina realizzata con prodotti e materie prime di assoluta qualità ed eccellenza, ma si propone al tempo stesso di andare oltre al concetto del buon mangiare proponendosi anche come un locale che potrà rendersi un conviviale punto di ritrovo e di socializzazione per la cittadinanza”.

“Lo stile FoodArt – proseguono – si ispira a varie forme artistiche e comunicative, a cominciare dalla stampa tradizionale (elementi all’interno del locale nonché tutto il soffitto sono infatti realizzati in carta di giornale quotidiano), proseguendo con pareti che raccontano la storia d’Italia a fumetti, passando per la letteratura, fino ad arrivare alla musica (vari vinili costituiscono parte integrante dell’arredo)”.

“Poiché il locale è stato attrezzato per disporre di alcune librerie a parete – concludono Saracca e D’Angelo – l’idea sarà anche quella di poter dare vita a un vero e proprio ‘bookcrossing’ dove gli avventori del FoodArt potranno partecipare attivamente ed esserne quindi protagonisti in prima persona. Buon mangiare semplice e genuino, cultura, socializzazione e convivialità”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al taglio del nastro del nuovo locale (in realtà una vera e propria riapertura che fa seguito ad un trasferimento e riapertura di un altro punto vendita di articoli sportivi avvenuto qualche mese fa) sono intervenuti il sindaco , Luciano Bacchetta e l’assessore al commercio, Riccardo Carletti, che hanno sottolineato “la positiva controtendenza che vede il centro tifernate protagonista di aperture di nuovi locali come questo gestito da due giovani che hanno puntato sulla qualità dei prodotti ed innovazione con una intelligente proposta di abbinare i piatti e le prelibatezze alla promozione dei giornali, dei fumetti, dei libri e della lettura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, salgono a 14 le vittime: nella notte è deceduto in ospedale un 59enne

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino medico regionale del 22 marzo: 522 contagiati, 16 le vittime accertate

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

Torna su
PerugiaToday è in caricamento