Sanità, Città della Pieve riavrà il suo Pronto Soccorso: "Una risposta ai bisogni dei cittadini"

Si tratta di un Pronto Soccorso avanzato e integrato con quello dell'Azienda ospedaliera di Perugia

Immagine d'archivio

Finalmente Città della Pieve avrà il suo Pronto soccorso avanzato. Ad annunciarlo è l’assessore regionale Luca Barberini che spiega come il pronto soccorso sarà integrato con quello dell’Azienda ospedaliera di Perugia e sarà istituito a Città della Pieve per potenziare i servizi sanitari presenti sul territorio.

Riaperto per dare risposte “più efficaci ai bisogni della salute dei cittadini che vivono in quest’area interna dell’Umbria”, sottolinea l’assessore Barberini, dopo che la Giunta regionale ha deliberato le linee di indirizzo per la realizzazione di questo nuova realtà, “in linea con le indicazioni portanti del prossimo Piano sanitario regionale, in via di definizione, finalizzate al raggiungimento del massimo livello di integrazione tra Aziende ospedaliere, presidi ospedalieri e territoriali delle Aziende Usl”.

“L’obiettivo di questo assetto – spiega Barberini – è assistere localmente i pazienti con patologie lievi e trasferire quelli con patologie medio-gravi nei presidi di emergenza-urgenza di primo e secondo livello". A Città della Pieve verrà, dunque, istituito un Pronto soccorso avanzato, posto all’interno della Casa della Salute, a cui competerà il trattamento dei codici appropriati, anche tramite la dotazione di un numero congruo di posti letto per l’osservazione breve dei pazienti."

L’integrazione con il pronto soccorso dell’ospedale di Perugia – prosegue l’assessore – verrà realizzata nel rispetto della Dgr. ‘212/2016’, relativa alla riorganizzazione della rete ospedaliera regionale, e del ‘Dpcm del 12 gennaio del 2017’ sui Livelli essenziali di assistenza, attraverso una serie di azioni e di interventi definiti dall’Azienda ospedaliera di Perugia e dalla Usl Umbria 1, con apposite disposizioni dei direttori generali. Il nuovo Pronto soccorso avanzato, oltre a dare una risposta importante ai bisogni di salute di questo territorio, consentirà la riduzione dei ricoveri inappropriati e dei cosiddetti posti letto aggiuntivi presso gli ospedali delle Aziende ospedaliere". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ladri in azione a scuola, assaltate le strutture di Monte Grillo e Cenerente

  • Cronaca

    Picchia la moglie e la chiude a chiave in casa, ammonimento del questore per un marito violento

  • Cronaca

    Due caprioli morti nel Menotre a Pale, intervento dei Vigili del fuoco di Foligno

  • Cronaca

    Pugni in faccia al cassiere dopo il furto, arrestato per rapina a Spoleto

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • Camion in fiamme sul raccordo Perugia-Bettolle, traffico in tilt

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • L'appello social per ritrovare Claudia: "E' uscita stamattina e non è rientrata, ecco la targa dell'auto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento