XX Giugno, la lunga notte della Massoneria di Perugia: i tre impegni del Grande Oriente per la città

Il monumento è “in fiore”. Garofani rossi sulla canna del fucile, un mazzo fra le braccia del secondo patriota, corone d’alloro di diverse logge del Goi

Grande afflusso al monumento al XX Giugno, poco prima della mezzanotte. Sono confluiti molti esponenti delle libera muratoria, reduci da un’interessante conversazione storica sul monumento di Giuseppe Frenguelli, tenuta presso il tempio massonico di corso Cavour. Si contano sulle dita di una mano i non appartenenti alla fratellanza: la Perugia “civica” trascura la propria storia?

Il monumento è “in fiore”. Garofani rossi sulla canna del fucile, un mazzo fra le braccia del secondo patriota, corone d’alloro di diverse logge del Goi. Allo scoccare delle 24, l’inno europeo, quello nazionale e quello massonico. Prende la parola Luca Nicola Castiglione, presidente del Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, fratellanza di Palazzo Giustiniani. Fa appello ai valori di libertà, ricorda il centenario dalla nascita del “fratello” Nelson Mandela e riferisce su alcune recenti iniziative, come l’illuminazione del campo sportivo di Norcia.

Quindi propone tre interessanti azioni a favore della città. La segnalazione di PerugiaToday sullo stato di salute del monumento è andata a buon fine. “Nel 2019 – dice Castiglione – saranno 160 anni da quel tragico evento del 1859 e 110 dalla realizzazione del monumento. L’opera mostra segni di degrado e ammaloramento: occorre intervenire”. “Siamo disponibili a farci carico – aggiunge – della necessaria opera di restauro, proponendoci come primi e consistenti sottoscrittori di un crowdfunding da realizzare allo scopo”.

Poi una seconda buona notizia: la Massoneria si è impegnata a pagare il restauro del fondo librario Guardabassi, giacente presso la Biblioteca comunale Augusta, e sono stati già presi gli opportuni contatti per rappresentare questa disponibilità.

Terza novità, rivelata in privato colloquio col cronista: al Frontone verrà posizionato un busto marmoreo a Guglielmo Miliocchi, che sarà il primo di una serie di dovuti omaggi ai grandi perugini, patrioti e difensori dei valori ai quali si ispira da sempre la civitas del Grifo. Una gamma di proposte che – comunque la si pensi – portano onore e rispetto per la nostra storia.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Elicottero in volo a bassa quota in Umbria, così Enel controlla le linee elettriche

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento