Bastia, il presunto pedofilo in carcere: oltre le molestie alle bimbe, video e foto con minori

Lunedi mattina sarà ascoltato direttamente dai magistrati nel suo primo interrogatorio in carcere

Chiarirà la sua posizione. Di questi sono sicuri gli avvocati del presunto commerciante pedofilo di Bastia Umbra scoperto e incastrato dalla moglie. Ma per il momento nessuno del collegio difensivo osa dire una parola di più. In prigione il 60enne commerciante, accusato di pedofilia e detenzione di materiale pedopornogafico scaricato sulla rete, domani mattina sarà ascoltato dai magistrati nel primo interrogatorio post-arresto. Contro l'uomo non c'è solo l'esposto denuncia della ex moglie - lo avrebbe trovato con il pantaloni abbassati davanti ad una bambina di 8 anni, figlia di una coppia d'amici invitati a cena a casa loro - ma sono stati ritrovati anche 10 video dove minori sono violentati da adulti e moltissime foto scaricate da internet dello stesso squallido tenore. Tutto materiale è stato rintracciato sia nei suoi computer che sullo smartphone. Inoltre, sempre secondo i magistrati, il commercianti avebbe toccato le parti intime di una bimba all'interno del suo negozio dopo averla attirato dietro il bancone. Nell'ordinanza del Gip si legge: l'attrazione verso i minori costituisce per lui una pulsione irrefrenabile". Da qui anche l'arresto in via cautelativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento