Bersaglieri e fanfara sempre di corsa ad Assisi: successo per il raduno di Assisi

Un successo, nonostante le avverse condizioni metereologiche, il raduno dei bersaglieri che si è tenuto nel fine settimana scorso ad Assisi. Oltre ai bersaglieri della città e umbri sono arrivate anche delegazioni da tutte le regioni d’Italia. Il momento più significativo c’è stato domenica mattina quando alle 9,30 si è svolta l’inaugurazione, e quindi la benedizione del cippo dedicato a Leone Maccheroni che si trova lungo la via che prende il suo nome. Caporal maggiore dei bersagliere di Assisi, morì a 21 anni l’8 dicembre del 1943 nella battaglia di Monte Lungo e già insignito della medaglia d’argento al valore militare.

Il giorno prima, sabato, nella Sala della Conciliazione, c’è stata la celebrazione del suo sacrificio con la premiazione di un concorso tra le scuole del territorio. Sempre sabato, dopo la messa nella chiesa della Minerva, c’è stata la deposizione di una corona davanti al monumento dei caduti (questo momento ha rappresentato la solenne festa dell’unità nazionale e delle forze armate). Nei due giorni del raduno il centro della città è stato allietato dai concerti della Fanfara di Torre
Alfina e dell’Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento