Emergenza climatica, 21 minuti per trovare le risposte giuste. Ad Assisi si pensa il futuro sostenibile

Evento promosso dalla Fondazione Patrizio Paoletti fino all'8 dicembre

Progettare un futuro sostenibile. La Fondazione Patrizio Paoletti risponde all’appello lanciato il 5 novembre 2019 da più di 11.000 scienziati di 153 Paesi del mondo, che hanno firmato e pubblicato sulla rivista BioScience dell’Università di Oxford un documento sull’emergenza climatica globale.

Che cosa possiamo fare per il nostro pianeta e per il nostro futuro? È questa la domanda alla quale 21 Minuti Awereness, promosso ad Assisi, vuole rispondere con i contributi di relatori del mondo della filosofia, dell’arte, della scienza e dell’economia, in un percorso che si concluderà l’8 dicembre con “Da Francesco a Leonardo, uomini del terzo millennio”, incontro-spettacolo di Patrizio Paoletti che celebra, nella terra di Francesco, il 500° anniversario della morte del grande genio toscano.

Fondazione Patrizio Paoletti ha scelto proprio Assisi per lanciare il tema dell’emergenza climatica globale, che guiderà il format di 21 minuti anche nei prossimi anni. La città umbra è un modello di sostenibilità e il perché è facile da comprendere se guardiamo ai dati: nei primi mesi del 2019 la città ha raggiunto una percentuale record di raccolta differenziata pari al 73%, evitando per il secondo anno consecutivo l’aumento della tassa sui rifiuti. E’ stata definita la “città dell’ecologia”, ricca di iniziative come “Saturday for future”, rivolta a oltre 4.000 giovani, o il progetto “fraSole” pensato per sensibilizzare i milioni di visitatori annui della Basilica di San Francesco. Ma naturalmente quella della Fondazione è anche una scelta simbolica nel segno di San Francesco, di cui ricorre quest’anno il 40esimo anniversario della proclamazione come Patrono dell’Ecologia. Assisi è il luogo dove Fondazione ha incentrato la sua attività di ricerca e dove ha creato uno dei suoi progetti educativi d’avanguardia: Assisi International School (AIS), scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Nata nel 2009 dall’esperienza decennale in ambito educativo e didattico della Fondazione, la scuola ha sempre fatto della sostenibilità il valore fondante della sua didattica, con l’obiettivo di formare persone consapevoli delle loro risorse, del loro ruolo e della loro responsabilità verso gli altri e l’ambiente.

21 minuti una conference annuale internazionale dedicata alle idee in grado di ripensare il mondo. Vengono raccontate da speakers di eccellenza, ognuno dei quali ha 21 minuti per condividere il proprio contributo di senso attraverso presentazioni o performance artistiche. È una community, un network mondiale di persone e di società che hanno compreso che il potere delle idee e della condivisione può promuovere un nuovo modo di pensare e portare l’umanità ad un livello più alto di consapevolezza. Ha l’obiettivo di rispondere ai bisogni della nostra epoca con un nuovo paradigma evolutivo, che sia di riferimento per chi desidera interagire efficacemente con le persone, all’interno di ambienti e contesti in rapida evoluzione e in continuo divenire. Dalla sua nascita nel 2009, 21 Minuti ha riunito più di 150 speaker di rilevanza internazionale - premi Nobel, scienziati, leader, architetti, filosofi, imprenditori, creativi, artisti, sportivi, economisti -raggiungendo un pubblico di migliaia di persone in presenza e centinaia di migliaia attraverso la diffusione mondiale online.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

Torna su
PerugiaToday è in caricamento